Lo schema delle graduatorie per il 2020

Propongo lo schema contenente la validità delle graduatorie, ricordando che dal 2020 avranno una durata di DUE ANNI.

Come noto, la legge di Bilancio, ha cancellato la disposizione dello scorso anno che prevedeva lo scorrimento solo per il numero dei posti messi a concorso. Quindi, torna la possibilità di scorrere le graduatorie anche oltre i posti messi a concorso. Attenzione all’art. 91 comma 4 del Tuel: lo scorrimento è vietato per posti creati o trasformati successivamente all’indizione del concorso. Da ultimo: ancora possibile utilizzare le graduatorie di altri enti.

Print Friendly, PDF & Email

5 pensieri su “Lo schema delle graduatorie per il 2020

  1. leonardo dice:

    Buonasera,
    avrei una domanda: può un ente pubblico (Asl) utilizzare una graduatoria di un concorso pubblico (Ospedaliero) ricominciando a chiamare – per l’eventuale assunzione – già chi ha usufruito dello scorrimento della graduatoria con altri enti? Nello specifico: il numero 2 in graduatoria è stato assunto a tem det dall’asl X trmite scorrimento e utilizzo di grsduatoria precedente. Può ora l’Asl Y richiamare il n. 2 per proporgli un contratto a t. det senza tener conto dello scorrimento già avvenuto? Non dovrebbe chiamare dal n.3? Grazie

  2. Andrea dice:

    Buongiorno Dott. Bertagna,
    un chiarimento sulla possibilità d’uso delle graduatorie da parte di altri enti locali. La legge di bilancio 2020 non abroga il comma 363 della legge 145/2018, il quale ha abrogato il comma 3-ter della legge 125/2013 che garantiva “per i vincitori e gli idonei delle graduatorie […] l’applicabilità dell’articolo 3, comma 61, terzo periodo, della legge 350/2003” ovvero la possibilità “per le amministrazioni pubbliche ivi contemplate possono effettuare assunzioni anche utilizzando le graduatorie di pubblici concorsi approvate da altre amministrazioni, previo accordo tra le amministrazioni interessate”.
    Questo intreccio in realtà sembra bloccare l’utilizzo da parte di altri enti delle graduatorie ancora vigenti per effetto della non abrogazione del comma 363 della legge 145/2018.
    La ringrazio in anticipo per le sue riflessioni.

  3. gianlucabertagna.it dice:

    Come giustamente ha detto lei la norma abrogata “garantiva” l’utilizzo delle graduatorie di altri enti, ma non era quella la norma che lo permetteva in origine.
    Anche prima del d.l. 101/2013 gli enti potevano usare le altre norme di altri enti e quindi la disposizione a cui far riferimento è la legge 350/2003.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *