Un nuovo sito. Perché.

Oggi è il primo aprile. Noto giorno per attuare degli scherzi. Oggi decolla il mio nuovo sito. E non è uno scherzo. Sono andato a controllare e il mio primo post risale al dicembre del 2008. Sono passati 12 anni. Il sito è rimasto sempre quello. Stessa grafica, stessa modalità di presentazione degli articoli, stessa estetica.

Cambiare è sempre difficile. Anche perché quando ci si abitua alle cose ci si sente tranquilli nel trovarle sempre immutate. Sappiamo dove cliccare, sappiamo dove cercare le informazioni, sappiamo dove sono le varie sezioni di nostro interesse.

Eppure, ho cambiato la grafica del sito. Perché?

Semplice: perché sono passati 12 anni e la versione di prima era diventata quanto di più statico si possa trovare in rete. E anche perché mi fido. Mi fido, ad esempio, dei giovani che mi hanno detto che andava aggiornato. E anche di quelli che mi hanno detto che il cambiamento stimola il rimettersi in gioco, stimola l’inventiva, stimola la ricerca.

Il contenuto è sempre lo stesso. Ci sono gli articoli, ci sono gli approfondimenti, ci sono i corsi, c’è la sezione delle news in evidenza. Ho lasciato la sezione delle mie letture e dei mie racconti, che poco hanno a che fare con gli aspetti professionali… ma sono io. Basterà poco ad abituarsi, credo.

E poi c’è una cosa veramente carina e utile, secondo me: al termine di ogni articolo sarà possibile lanciare la stampa o trasformare il testo in un pdf per poterlo archiviare.

Se poi avete due minuti di tempo e volete farmi sapere cosa ne pensate, mi farebbe molto piacere. La mail è la solita: contatti@gianlucabertagna.it

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *